Anisetta Rosati 500 ml – Poderi di Maltignano

€20,00

Questo incomparabile liquore è un ottimo risultato dovuto ad una diligente distillazione discontinua a bagno maria ed a lenta evaporazione, di un'attenta selezione di semi di Anice Verde di...

  • Venduto da: A.T.C. Picenum Tour
COD: SCP-AnisettaRosati-500ml Categorie: ,

Descrizione Del Prodotto

Questo incomparabile liquore è un ottimo risultato dovuto ad una diligente distillazione discontinua a bagno maria ed a lenta evaporazione, di un’attenta selezione di semi di Anice Verde di Castignano “riconosciuti universalmente come i migliori e i più profumati”. I semi vengono coltivati nelle dolci colline del Piceno sospese tra mare e montagna, in soleggiati e ben drenati terreni fertili rinfrescati dalla brezza dei Monti Sibillini, raccolti a mano nelle notti del plenilunio estivo. Le dosi proporzionate, con l’aggiunta di altre spezie mediterranee, fanno dell’Anisetta Rosati un liquore a basso contenuto zuccherino molto gradito al palato.

Confezione: Anisetta Rosati 500ml

STORIA DEL PRODUTTORE

La storia dell’Anisetta Rosati parte da lontano. Le sue radici nascono a Maltignano nella seconda metà dell’ottocento, e prendono vigore in Ascoli Piceno dove la famiglia Rosati ancora oggi mantiene viva la Farmacia Centrale. Umberto Rosati nel 1877 acquistò una farmacia e la trasformò. Per la sua posizione proprio al centro dell’antica Città di Ascoli venne chiamata Farmacia Centrale (nome che tutt’ora la contraddistingue) ed i suoi discendenti (alla quarta generazione) ancora seguono le orme del loro avo. Nella gestione delle due farmacie, lo coadiuvava il fratello Giacomo (anche lui laureato sia in Chimica che Farmacia), per cui poteva dedicarsi con impegno allo studio di nuove formule di prodotti farmaceutici, che poi realizzava nel suo laboratorio chimico farmaceutico e quindi venderle sia nelle sue farmacie che in altre farmacie in tutta Italia. Si rese tra l’altro benemerito della Città di Ascoli, come testimoniano numerosi giornali dell’epoca, poiché nel 1891 “con grande spirito di comprensione e filantropia” aveva istituito la prima Farmacia notturna, nella sua sede all’angolo di Corso Umberto e Via del Trivio (vista la centralità), lasciandola “aperta sino all’una dopo la mezzanotte e riaprendola alle quattro del mattino“.

Per sviluppare nuove tecniche e nuovi prodotti era sempre in giro, sia in Italia che nella vicina Costa Azzurra (dove per lunghi periodi amava ritirarsi), alla ricerca di erbe officinali e nuovi prodotti chimici, che poi sapientemente da lui personalmente composti, divenivano quelle specialità di cui sovente parlavano i giornali dell’epoca con “manifeste ed ampie approvazioni da notabilità mediche e scientifiche“. A seguito di questa prima di una lunga serie di onorificenze il Laboratorio Chimico Farmaceutico e la Farmacia Centrale ubicati in Corso Umberto e Via del Trivioassunsero l’appellativo di “Premiata” che tutt’ora costituisce l’insegna della “Premiata Farmacia Centrale del dr. Rosati“.

Ti potrebbe interessare…