• 0

Appignano del Tronto

15.3

Appignano del Tronto è un comune collinare, sorto probabilmente nell'antichità; sede di un fiorente artigianato, specializzato nella produzione di pizzi, merletti al tombolo, terrecotte e ceramiche, è sostenuto essenzialmente dall'agricoltura e dalla piccola industria.

Appignano del Tronto è collocata su un crinale collinare arcuato circondato da corsi d’acqua a regime stagionale. Tutto il territorio comunale è fortemente caratterizzato dalla presenza del fenomeno dei calanchi. Si tratta del risultato dello scivolamento a valle di parte del terreno fangoso che compone le colline argillose per effetto della pioggia; questa si raccoglie a valle e confluisce nel torrente Chifenti. Il torrente divide il territorio comunale in sei parti: le due centrali sono il centro storico e l’espansione novecentesca sui colli adiacenti, e le quattro periferiche sono Montecalvo, Valle San Martino, Valle Chifenti e Valle Orta.

L’abitato, che si estende su un ripiano delimitato da un’ansa del torrente Chifente, ha acquisito nel tempo una caratteristica conformazione urbanistica “a mandorla”: attraversato dalla strada principale, è racchiuso tra due vie secondarie che descrivono un’ellissi. Il territorio comunale appare inciso dai calanchi, profondi solchi prodotti dall’azione erosiva delle acque superficiali sui terreni argillosi.

Di notevole interesse la chiesa romanico-gotica di San Giovanni Battista (XIV-XVI secolo) che è affiancata da un alto campanile trecentesco e impreziosita da un portale sormontato da un bel rosone; l’interno, a tre navate, conserva un dipinto di Simone de Magistris e una trecentesca Pietà in terracotta.

D’impronta romanico-gotica è anche la chiesa di San Michele Arcangelo, costruita da maestri lombardi durante la prima metà del Quattrocento e rimaneggiata più volte nei secoli successivi; presso l’altare maggiore si trovano un dipinto di Vincenzo Pagani del 1539 e un reliquiario della Croce, preziosa opera attribuita a Pietro Vannini, orefice ascolano del XV secolo.

Da ricordare poi nella chiesa di Santa Maria del Piano Santo, l’Incoronazione della Vergine, un affresco del maestro di Offida (sec. XIV).

La città è sede del Centro Studi Francesco d’Appignano, un francescano che nacque ad Appignano del Tronto e si formò a Parigi dove commentò le Sentenze dal 1319 al 1324. In seguito si recò ad Avignone, dove lo troviamo nel 1328 come lettore nel convento dei frati. Ebbe dai posteri il titolo onorifico di doctor succinctus. Organizza convegni internazionali.

#appignanodeltronto visto con i nostri occhi

[elfsight_instagram_feed id=”66″]

Caricamento Google Maps
Vedi
Normale Midnight Family Fest Open dark Riverside Ozan
La mia posizione Schermo Intero
Non ci sono tour disponibili per questo luogo nella data e/o ora selezionata.

    Totale: Nessun tour trovato .    vedi tutto

    Fatti guidare ...

    Non è quello che stai cercando Fai una nuova ricerca

    Non ci sono attività disponibili per questo luogo nella data e/o ora selezionata.

      Totale: Nessuna attività trovata .    vedi tutto

      Cerca qualcosa da fare ...

      Non è quello che stai cercando Fai una nuova ricerca

      Socialcicero disponibili in Appignano del Tronto

      I migliori prodotti tipici di Appignano del Tronto

      Attualmente non ci sono prodotti disponibili per la località selezionata

      Gli eventi più importanti in programma a Appignano del Tronto

      Non ci sono eventi in arrivo al momento.

      CIRCUITO SOCIALCICERO: Attività commerciali affiliate in Appignano del Tronto

      it Italian
      X